HUI HE: “IL MIO CANTO PER VERONA E PER LA RINASCITA DELLA MUSICA”

Il 15 giugno 2020 alle 20.30, dopo tre mesi di silenzio, la voce di Hui He tornerà a a cantare per un concerto straordinario organizzato dall'associazione musicale Verona Lirica, il primo, in Italia, dal vivo e con la presenza del pubblico, nella maestosa Basilica di San Zeno, vero gioiello d'arte nel pieno centro di Verona. L'evento sarà aperto ai soci di VeronaLirica, che avranno l'obbligo di prenotazione, poichè per garantire la sicurezza del pubblico, sarà possibile l'ingresso a solo cento persone. Hui He, affezionatissima alla città scaligera, sarà affiancata per questa occasione dal Quartetto d'Archi dell'Arena di Verona, composto da Gunther Sanin (violino), Mirela Lico (violino), Luca Pozza (viola), Sara Airoldi al violoncello e Roberto Corlianò al pianoforte. Un'occasione di rinascita per la musica a Verona e in Italia, nel segno dell'opera lirica. Durante la serata verranno eseguite arie da alcuni capisaldi del melodramma italiano come Manon Lescaut e Andrea Chènier. A proposito di questo atteso evento il soprano racconta: "Sono felice di poter partecipare a questo concerto, di poter dare la mia voce a Verona, una città a cui sono molto legata. L'emozione di questa occasione è come quella di una grande prima, poter di nuovo cantare per il pubblico e condividere l'amore per questa arte è un dono unico, e in questo periodo ho capito ancora di più la ricchezza e la fortuna di poter fare questo mestiere. In questi tre mesi e più di silenzio, ho continuato a dedicare le mie giornate alla cura della mia voce, continuando a studiare per migliorare, approfondendo i ruoli già affrontati e preparandomi per i prossimi debutti, personaggi bellissimi che spero di poter davvero affrontare nella prossima stagione. Ho avuto anche il tempo di dedicarmi alla mia seconda passione, la pittura, e ho realizzato più di venti opere. L'Arte può davvero renderci migliori e farci ripartire con grande speranza e unione."  

Comunicato Stampa