"IL TROVATORE" DI HONORE DAUMIERE

23.03.2021

(S.G.)  Daumier, di formazione classica è dotato di senso dell'umorismo, non fu mai incline al modo di sentire romantico.

Al tempo di Daumier lo stile trobadorico ( un termine di scherno applicato alla pittura storica francese del XIX secolo con raffigurazioni idealizzate del Medioevo e del Rinascimento)  imperava nel gusto borghese, mentre melodie, romanze, letteratura celebravano a gara i drammi degli amori del  Medioevo e del Rinascimento italiano.

Nel  gennaio del 1869, l'immenso successo ottenuto dall'atto unico in versi Il  viandante, la cui azione si svolgeva nella Firenze dell'epoca di Botticelli, rese celebre in un sol giorno il nome di Francios Coppèe.

L'eroe era appunto un trovatore giovane e puro come questo. Appare improbabile che Daumiere dipingesse con sincera adesione una tela di questo tipo, che gli fu forse commissionata da un cliente e che l'artista non eseguì direttamente. Il British Museum possiede infatti un disegno a matita, che è senza dubbio lo studio preparatorio per questo Trovatore.