JESSICA PRATT TORNA ALLA SCALA

Lunedì 20 maggio l'atteso recital di una delle regine del Belcanto 

Lunedì 20 maggio torna in recital alla Scala il soprano Jessica Pratt, una delle migliori voci del panorama lirico internazionale, tra le interpreti più ricercate del repertorio belcantistico.

Nata in Inghilterra e cresciuta in Australia, è stata 'adottata' dall'Italia, dove prepara i suoi ruoli sotto la guida di Lella Cuberli. Ha un fittissimo calendario internazionale: nell'arco di un decennio ha debuttato in oltre trentacinque ruoli in tutto il mondo, nei prestigiosi teatri di Parigi, Zurigo, Venezia, Firenze, Roma, Napoli, Vienna, Berlino, Barcellona, Amburgo, Sydney.

Si è distinta nella sua carriera anche per la riscoperta e riproposizione di opere rare e inedite. Raffinata interprete del repertorio rossiniano, ha ricoperto i ruoli comici e drammatici di tredici eroine del compositore pesarese, incidendo per il Rossini Opera Festival diversi suoi lavori inediti. Altrettanto rilevante il suo contributo all'interpretazione donizettiana, con oltre quaranta diverse produzioni al suo attivo e collaborazioni con il Festival bergamasco. Jessica Pratt è stata il terzo soprano australiano, dopo Nellie Melba e Joan Sutherland, ad aver impersonato Lucia di Lammermoor alla Scala (2014), dove ha anche interpretato un altro titolo donizettiano, Le convenienze ed inconvenienze teatrali (2009).

Tra i suoi successi recenti, entrambi sotto la direzione di Riccardo Frizza, la Semiramide rossiniana alla Fenice di Venezia e Il castello di Kenilworth, titolo di punta del Festival Donizetti Opera di Bergamo. Con Riccardo Frizza e i complessi del Maggio Musicale Fiorentino ha registrato il suo ultimo disco, dedicato alla pazzia nel melodramma italiano, che uscirà alla fine di quest'anno.


Tra i suoi prossimi impegni, La sonnambula di Bellini all'Ópera de Las Palmas de Gran Canaria e Lucia di Lammermoor al Palau de les Artes Reina Sofia di Valencia.

Nel recital di lunedì 20 maggio, accompagnata al pianoforte da Vincenzo Scalera, Jessica Pratt proporrà un denso e raffinato programma di liriche italiane, francesi e tedesche, da Donizetti e Bellini a Thomas, Delibes e Bachelet, da Villanelle della compositrice belga Eva dell'Acqua ai Lieder di Richard Strauss. 

Lunedì 20 maggio 2019 ~ ore 20

Soprano

JESSICA PRATT

Pianoforte

VINCENZO SCALERA

Gaetano Donizetti

Eterno amore e fè
La gondola
L'amore funesto
Ne ornerà la bruna chioma (scena e cavatina)

Vincenzo Bellini

Malinconia, ninfa gentile
La ricordanza 
Per pietà, bell'idol mio

da La Sonnambula

Ah! Non credea mirarti... Ah! Non giunge 

Richard Strauss

Breit über mein Haupt op. 19 n. 2

Befreit op. 39 n. 4
Ich schwebe op. 48 n. 2

Amor op.68 n. 5, dai Sechs Lieder
Alfred Bachelet

Chère nuit

Eva dell'Acqua

Villanelle


Léo Delibes

Les filles de Cadix

Ambroise Thomas

da Hamlet

À vos jeux, mes amis (aria di Ofelia)

Comunicato Stampa