LA COMPAGNIA D'OPERETTE ELENA D'ANGELO RACCOGLIE SUCCESSI A TORINO

05.04.2022

( Alessandra Giorda- Torino) Gradito e ben accolto il ritorno al Teatro Alfieri per la Compagnia d'Operette Elena D'Angelo lo scorso weekend. Due operette due successi!

Il Festival dell'Operetta inizia con Al cavallino bianco operetta in 3 atti di Ralph Benatzky, su libretto di Hans Müller-Einigen e Erik Charell e testi di Robert Gilbert.  Trae ispirazione dall'omonima commedia di Oskar Blumenthal e Gustav Kadelburg, scritta nel 1896 durante il soggiorno in una locanda di Sankt Wolfgang im Salzkammergut sul Wolfgangsee in Austria.

Elena D'Angelo porta in scena un'eccellente ostessa  Gioseffa nel registro vocale di soprano,  così come tutto il resto del nutrito cast, composto da Matteo Mazzoli, Paolo Cauteruccio, Stefano Menegale, Serge Manguette, Carlo Randazzo Paola Scapolan e Stefano Ferrara,  si fa onore sia nella vocalità che nella recitazione, spicca la bravissima Giada Bardelli. Encomi per il corpo di ballo composto da Martina Ronca, Giorgia Cadamosti, Giada Cervini, Miryam Ronagh e Lorenzo Voltolina

Complimenti si spendono con assai piacere per la regia e la coreografia  di Serge Manguette; il M° Marcella Tessarin ha diretto con maestria l'Orchestra. 

Nella Première pomeridiana de Al cavallino bianco il teatro non era al completo, ma il pubblico ben preparato, ha dato vita a sicuri e lunghi applausi.

Elena D'Angelo al termine della recita ha ricordato l'anniversario della morte, avvenuta nel 2014, della grande Germana Erba. Donna che si è spesa con grande talento e costante lavoro per la formazione di giovani artisti. Si rammenta anche il liceo Germana Erba di Torino.

Il giorno 3 aprile scorso la messa in scena della celebre operetta La vedova allegra,  in tre parti di Franz Lehár, su libretto di Victor Léon e Leo Stein dalla commedia L'Attaché d'ambassade di Henri Meilhac (1861).  Enorme successo ebbe il debutto al Theater an der Wien a Vienna il 30 dicembre 1905

Sulle note  del duetto Camillo-Valencienne: "Io sono una donna onesta" grandi sono stati i consensi del pubblico così come nel celebre duetto Anna-Danilo: "Tace il labbro"

Elena D'Angelo porta in scena una Hanna Glavari di gran lusso mettendo in risalto ogni piccolo dettaglio e ne firma la regia. Le coreografie di Martina Ronca e la direzione artistica di Gianni Versino impreziosiscono l'operetta, mentre l'Orchestra diretta da Marcella Tessarin e il Balletto della compagnia Elena D'Angelo hanno trasportato il folto pubblico  in atmosfere da sogno.

L'allestimento e il cast è di Grandi Spettacoli Elena D'Angelo con Matteo Mazzoli, Paolo Cauteruccio, Mattia Pelosi, Merita Dileo, Gianni Versino, Carlo Randazzo, Paola Scapolan, Maresa Pagura, Lorenzo Valtolina e il corpo di ballo composto da Martina Ronca, Giorgia Cadamosti, Giada Cervini, Miryam Ronagh e Michele Maddaloni sono gli eccezionali interpreti.

Teatro quasi sold out e svariati i minuti di applausi alla fine della recita. Il pubblico  si è divertito e ha apprezzato la bravura del corpo di ballo e del cast.  L'operetta rappresenta una forma di spettacolo fruibile ai piu', leggero e divertente anche se gli interpreti devono avere ottime qualità non solo nei registri vocali di soprano, mezzosoprano, tenore, baritono ecc...ma anche attoriali. E' una forma di spettacolo completa dove il canto, il ballo la comicità sono preponderanti.

Venerdì 8 aprile alle ore 20.45  il Galà dei Germana Erba's Talents