LA MIA AIDA E' INTELLIGENTE E FORTE

( Alessandra Giorda) Il 6 luglio prossimo la Première di Aida al Tiroler Festspiele, a Erl in Austria, e protagonista è la Star Maria Alejandra Katzarava. Nell'intervista a seguire, strappata dopo giorni di prove serrate, il soprano messicano anticipa la "sua " Aida, in scena nelle date 6/12/19 luglio 2019, con una regia moderna, inoltre si racconta tra successi passati e debutto futuro. Di strada ne ha fatta parecchia da quando a soli 15 anni ha nutrito interesse per la lirica. Pupilla di Mirella Freni, soprano di talento indiscusso, Maria Katzarava ha da subito affiancato i nomi più prestigiosi della lirica da Rolando Villazón, Anna Netrebko, Placido Domingo... Diretta  dalle bacchette più prestigiose, un nome per tutti  Zubin Metha dal quale è anche stata diretta durante il concerto a Mumbai, in India, al fianco di Andrea Bocelli, di fronte a 80.000 persone  per la celebrazione  dell'80° anniversario del direttore indiano) 




Siamo a 48 ore dalla Première di Aida al Tiroler Festspiele, un evento molto importante. Sei contenta di partecipare?

Sono molto felice sopratutto perché sto cantando il repertorio che è perfetto per la mia vocalità. 

Quali caratteristiche avrà la tua Aida?

È una Aida forte, appassionata, molto intelligente, emancipata per la sua epoca. È una mise en scène moderna.

 Un commento sulla direzione d'orchestra e sulla regia?

Mi piace molto questa produzione moderna fatta da Daniela Kerck e la direzione d'orchestra d'Audrey Saint-Gil tutti e due ci sostengono molto. Sono due grandissime artiste e ci aiutano sempre a dare il meglio di noi. 

Sei da poco rientrata da Bogotà in Colombia dove hai avuto un successo notevole con l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Colombia all'Auditorio León de Greiff de la Universidad Nacional. Raccontaci?

Sono stata molto sorpresa dell'altissimo livello musicale della  Sinfónica Nacional de Bogotá. È stato veramente un piacere debuttare con loro e cantare tutti i pezzi che ho già cantato, sopratutto Verdi e Puccini.

Le donne nelle opere di Verdi e  Puccini. Similitudini e differenze?

Penso che Verdi e Puccini hanno una visione della donna un po' forte. Certamente non in tutte le opere, ma quelle che ho cantato io sono donne quasi sempre forti come Lina,  Giovanna, e Leonora del Trovatore. Puccini ha creato le arie più belle per il soprano, come quelle per Tosca,  Butterfly,  Boheme e  Liù.

 In quali ruoli ti senti più a tuo agio tra Aida e Tosca?

Tutte e due opere sono perfette per me.

Maria Katzarava, soprano
Maria Katzarava, soprano

Dopo Aida in Austria andrai in vacanza?

No! Ho un appuntamento importante al Festival Verdi di Parma con il mio debutto in ' I due Foscari '.

 Qual è la giornata tipo di un'artista del tuo livello?

Mi piace molto la tranquillità, andare in bicicletta e passeggiare. Pensa che sono tornata  al mondo fit, quindi vado in palestra! Mi piace molto leggere e guardare films!