MARÍA JOSÉ SIRI DEBUTTA NEL RUOLO DI ABIGAILLE

01.10.2020

Il soprano uruguaiano canterà quattro recite di Nabucco al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino con Plácido Domingo nel ruolo eponimo.

Il 4 ottobre 2020, María José Siri debutterà nel ruolo di Abigaille in Nabucco al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, in un allestimento di Leo Muscato e sotto la direzione musicale del Maestro Paolo Carignani. Condividerà il palcoscenico con Plácido Domingo nel ruolo del titolo, Alexander Vinogradov in quello di Zaccaria, mentre Fabio Sartori sarà Ismaele e Caterina Piva Fenena.

"Per me Abigaille è un ruolo belcantistico, e logico sviluppo di ruoli quali Odabella in Attila, Lucrezia Contarini ne I due Foscari e Norma, parti che canto con enorme piacere da molti anni", afferma il soprano di origine uruguaiane naturalizzata italiana. "È vero che Abigaille è una guerriera, e che il ruolo presenta, fra l'altro, coloratura e intervalli impegnativi. Ma per me parimenti importante è il suo lato sensibile e vulnerabile, che si riflette nella musica attraverso i molti legati e pianissimi che Verdi ha scritto per il personaggio. Non vedo davvero l'ora di cantare questo ruolo entusiasmante per la prima volta al Teatro del Maggio con questa stupenda squadra di lavoro!"

Con questo debutto María José Siri avrà tredici titoli verdiani nel suo vasto repertorio, che include i ruoli del titolo di Aida e La traviata, Odabella in Attila, Lucrezia Contarini ne I due Foscari, Leonora ne Il Trovatore e La forza del destino, Amelia in Un ballo in maschera e Simon Boccanegra, Elisabetta nella versione francese ed italiana di Don Carlo, e Desdemona in Otello. Ha anche cantato la Messa da Requiem con molte orchestre prestigiose internazionali. In un ruolo pucciniano ha inaugurato la stagione 2016/2018 del Teatro alla Scala nel ruolo di Cio-Cio-San nella versione originale di Madama Butterfly.

Informazioni su Nabucco al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino:

Nabucco: Plàcido Dommingo; Abigaille: María José Siri; Zaccaria: Alexander Vinogradov; Ismaele: Fabio Sartori; Fenena: Caterina Piva; Anna: Carmen Buendia; Il Gran Sacerdote: Alessio Cacciamani

Coro e Orchestra del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

Paolo Carignani, direttore d'orchestra; Leo Muscato, regia.