RICCARDO FRIZZA DIRIGE LUCREZIA BORGIA E IL GALA INAUGURALE DEL FESTIVAL DONIZETTI

Il direttore italiano ritorna sul podio del Festival Donizetti (Bergamo) nel suo secondo anno come direttore musicale del Festival per dirigere la serata inaugurale e un'opera.

Il Festival Donizetti di Bergamo (Italia) alza il sipario il 14 novembre al Teatro Sociale con il direttore musicale dell'evento sul podio, il maestro italiano Riccardo Frizza, che arriva a Bergamo dopo aver aperto le stagioni liriche di Parigi (con I puritani, Bellini) e Bilbao (con Lucia di Lammermoor, Donizetti). Per la serata di gala del Festival dedicata all'opera del grande Gaetano Donizetti, Frizza sarà responsabile dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI e dei solisti Carmela Remigio, Marta Torbidoni, Konu Kim , Alessandro Corbelli e Florian Sempey con un programma che si apre dal bel canto donizettiano ad autori come Rossini, Verdi, Wagner, Auber e Thomás.

Più tardi, il 22 e 24 novembre, Riccardo Frizza dirigerà una delle opere più importanti del compositore bergamasco, Lucrezia Borgia, in una produzione che firma il regista Andrea Bernard e con le voci di, tra gli altri, Carmela Remigio, Xabier Anduaga, Varduhi Abrahamyan e Marko Mimica.

Tra concerti e attività informative, il Festival Donizetti di Bergamo comprende anche l'interpretazione di due rare opere del musicista italiano: Pietro il Grande e l'incompiuta L'ange de Nisida. Successivamente Riccardo Frizza si recherà alla Lyric Opera di Chicago per dirigere un concerto con scene della Trilogia Tudor di Donizetti con Sondra Radvanovsky e tornerà all'Opéra National de Paris con Il Pirata de Bellini, con Sondra Radvanovsky, Michael Spyres e Ludovic Tézier.