SUCCESSO PER LA SERATA INAUGURALE DI REGIO METROPLITANO

18.10.2021

(Alessandra Giorda) La serata inaugurale di Regio Metropolitano si è aperta sotto i migliori auspici essendo finalmente la capienza dei teatri al 100% e la grande voglia da parte del pubblico di partecipare a questa iniziativa innovativa ed eccellente. Il Conservatorio Giuseppe Verdi, nella sua bella cornice, ha tenuto a battesimo la lunga e ricca serie di appuntamenti itineranti di Regio Metroplitano con un concerto cha ha raccolto parecchi minuti di  applausi dal copioso pubblico. I posti in sala erano quasi sold out. 

Grande merito al M° Julian Rachlin, artista apprezzato sulla scena internazionale, che, al debutto sul podio della preparatissima Orchestra del Teatro Regio, ha saputo stupire come direttore e violino, in un programma dedicato interamente a Wolfgang Amadeus Mozart: il Concerto n. 3 in sol maggiore per violino e orchestra e la Sinfonia n. 40 in sol minore.

il M° Julian Rachlin  con l'Orchestra del Teatro Regio
il M° Julian Rachlin con l'Orchestra del Teatro Regio

I commenti dei presenti a termine concerto, tra parecchi giovani ed altri più adulti, sono stati all'unanimità favorevoli e si sono spese parole di encomio per il M° Julian Rachlin, l'Orchestra del Teatro Regio e l'iniziativa di Regio Metroplitano. Presenti in sala il commissario straordinario Rosanna Purchia, il direttore artistico del Teatro Regio Sebastian Schwarz e altre personalità di spicco, tutti molto soddisfatti dell'esito della serata.

Molti sono i biglietti venduti da subito per questa encomiabile iniziativa. Infatti qualcuno, tra il pubblico e qualche intervistato in giro per la città, ha anche confessato che sente il Teatro Regio più vicino, poichè andare all'opera in uno storico e lussuoso teatro come quello della Capitale Subalpina mette, per chi non è avvezzo a quel mondo, un pò di ansia. Così  come da altri intervistati è emersa la tranquillità di andare al Regio per le misure di sicurezza adottate rispetto alla pandemia da Covid-19.

Qualche mese fa, infatti, il commissario straordinario Rosanna Purchia aveva dichiarato riguardo al gran numero di biglietti venduti: "Oltre all'innegabile valore artistico delle proposte del Regio Metropolitano  credo che un ruolo importante per questo risultato l'abbia giocato il fatto che il pubblico si senta in sicurezza agli spettacoli del Regio. Siamo stati il primo teatro a richiedere il Green Pass non solo agli spettatori ma anche ai propri dipendenti e collaboratori..." A suggellare tali dichiarazioni è stata l'attenzione riservata all'entrata del Conservatorio Giuseppe Verdi per la sicurezza con la richiesta del Green Pass, la rilevazione della temperatura corporea mediante termo scanner e l'obbligo della mascherina ben posizionata a copertura di bocca e naso. 

I prossimi appuntamenti di ottobre con Regio Metropolitano.

Sabato 23 all'Auditorium Giovanni Agnelli del Lingotto con l'Orchestra e il Coro del Regio, diretti da Hartmut Haenchen in un concerto che prevede Das Schicksalslied (Canto del destino) e Begräbnisgesang (Canto funebre) di Johannes Brahms e la Sinfonia n. 3 in re minore Wagner-Symphonie di Anton Bruckner.Venerdì 29 ottobre all'Auditorium Rai "Arturo Toscanini" La vita nuova, cantica di Ermanno Wolf-Ferrari su parole di Dante Alighieri; l'Orchestra, il Coro e il Coro di voci bianche del Regio sono diretti da Donato Renzetti, i cori sono istruiti rispettivamente da Andrea Secchi e Claudio Fenoglio. L'attore Alessandro Preziosi, volto notissimo del cinema e raffinato interprete teatrale, che è già stato protagonista di numerosi spettacoli dedicati ad avvicinare il grande pubblico alla figura di Dante è la voce recitante; solisti, il baritono Vittorio Prato e il soprano Angela Nisi.

 Lo spettacolo viene presentato in occasione dell'Anno di Dante. La produzione sarà disponibile anche sulla piattaforma It's Art a partire dal 12 novembreTutto quello che avreste voluto sapere su Dante Alighieri ma non avete mai osato chiedere. L'occasione è la presentazione del libro di Luca Carlo Rossi L'uovo di Dante, edito da Carocci, che si terrà venerdì 29 ottobre alle 18 al Circolo dei Lettori. Un evento realizzato in collaborazione con il Circolo dei Lettori, nello stesso giorno dell'esecuzione della Vita nuova di Ermanno Wolf-Ferrari, tratta dalla celebre opera del Poeta. Due occasioni imperdibili per conoscere il padre della lingua italiana: attraverso aneddoti che lo ritraggono nelle sue sfaccettature meno battute - dal ruvido cortigiano al mago, dal disinibito amante al consulente gastronomico - e come ispiratore di una cantica in musica di rarissima esecuzione, impreziosita dalla direzione di Donato Renzetti e dalla presenza sul palco della voce recitante di Alessandro Preziosi. 

Ricordiamo che Regio Metropolitano propone anche un ricco programma di mostre. Due quelle già aperte. All'Archivio di Stato di Torino, fino al 7 novembre, si tiene Regio contemporaneo. L'arte contemporanea incontra l'opera lirica: nell'ambito del programma di Art Site Fest, l'Archivio di Stato ospita il racconto del lungo rapporto che il Teatro Regio ha intrattenuto con l'arte contemporanea. Paladino, Burri, Botto & Bruno, Livermore, Fura dels Baus, Hockney, Poda, sono alcuni degli artisti, registi e scenografi che hanno interpretato l'Opera con il linguaggio dell'arte attuale. In mostra, immagini, costumi e documenti per un suggestivo percorso offerto ai visitatori. Ingresso libero e info su: archiviodistatotorino.beniculturali.it. Alla Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti di Torino fino all'1 marzo 2022 si tiene Disegnare la Città. L'Accademia Albertina e Torino tra Eclettismo e Liberty. Il Teatro Regio contribuisce con l'esposizione di alcuni costumi che rievocano l'eleganza della Belle Époque, accanto ai progetti originali di Giulio Casanova per il Caffè Baratti & Milano e per il Treno Reale. Info: www.albertina.academy.