TERZA PUNTATA DE IL “VOLO DEL CALABRONE” DI MICHIELETTO - DON CARLO DIRETTO DA GATTI

Foto Marco Brescia
Foto Marco Brescia

È dedicata al mondo fiabesco e pieno di segreti di Cenerentola - una delle favole più antiche e note al mondo, messa in musica dal genio di Gioachino Rossini - la terza puntata del "Volo del calabrone", il nuovo programma del regista veneto Damiano Michieletto, che Rai Cultura propone su Rai5 giovedì 14 maggio alle 19.

Rossini, obbligato per contratto a consegnare un'opera buffa per il carnevale del 1817, a un mese dalla scadenza si trovava ancora senza un'idea. In tre sole settimane compì il miracolo e diede vita a un capolavoro in cui non diede spazio all'elemento soprannaturale, sviluppando invece aspetti surreali. C'è il gusto per la farsa, per i travestimenti e lo scambio di identità fra il principe e il suo servitore, che mandano avanti l'intreccio. E, sopra ogni cosa, c'è la creazione musicale, magistrale quando sviluppa l'amore e i sentimenti, con esiti straordinariamente moderni.

Michieletto "vola" fra questi e altri temi in compagnia di grandi ospiti, come il compositore e pianista Giovanni Allevi, che parla del brio e della leggerezza nella musica e nell'arte, della sua passione per Baudelaire e per Hegel, del suo carattere chiuso e timido che fiorisce e si realizza in modo vitale nel rapporto con la musica.

Altro ospite è la regista Emma Dante, che ha messo in scena La Cenerentola di Rossini all'Opera di Roma, e che racconta il rapporto fra le fiabe e la percezione libera e autentica dei bambini, la sua personale visione del personaggio Cenerentola, dei rapporti che vive in famiglia, della durezza della sua condizione.

Parla di rapporti familiari anche Tindaro Granata, giovane e pluripremiato attore e regista teatrale. Mentre con l'étoile Eleonora Abbagnato Michieletto scopre la magia e i segreti di Cenerentola nella danza e nella vita.

"Il volo del calabrone", prodotto da Rai Cultura e trasmesso da Rai5, è scritto e condotto da Damiano Michieletto con la collaborazione di Francesco D'Arma e Marta Teodoro, con il coordinamento editoriale di Anna Lisa Guglielmi e la regia di Stefania Grimaldi. Produttore esecutivo Elena Beccalli.

RAI: IL DON CARLO DI VERDI DIRETTO DA GATTI ALLA SCALA IN PRIMA SERATA SU RAI5

Giovedì 14 maggio alle 21.15

È lo spettacolo che ha inaugurato la stagione del Teatro alla Scala il 7 dicembre 2008 il Don Carlo di Verdi che Rai Cultura trasmette in prima serata sul suo canale Rai5 giovedì 14 maggio alle 21.15. Sul podio è impegnato Daniele Gatti, attuale Direttore musicale dell'Opera di Roma, e la regia è di Stéphane Braunschweig, che cura anche le scene. L'opera, eseguita nella versione in italiano in quattro atti, con l'aggiunta del lamento alla morte di Posa preso dalla prima edizione, è messa in scena in un bianco e nero quasi totale, con i personaggi principali doppiati da controfigure che rappresentano loro stessi bambini, a evocare un passato fortemente influente sul loro drammatico presente.

Protagonisti il tenore Stuart Neill nel ruolo del titolo; il soprano Fiorenza Cedolins nella parte di Elisabetta di Valois, Dolora Zajick in quella della Principessa di Eboli, Dalibor Jenis come Rodrigo, il Marchese di Posa, Ferruccio Furlanetto come Filippo II e Anatolij Kotscherga nella parte del Grande Inquisitore. La regia televisiva è curata da Patrizia Carmine.

Comunicato Stampa