VENERDI' 1 MAGGIO IL BALLETTO "MEDITERRANEA"

30.04.2020

MEDITERRANEA

Musiche di Wolfgang Amadeus Mozart, György Ligeti, Giovanni P. da Palestrina e musiche dalle culture del Mediterraneo

Coreografia di Mauro Bigonzetti, scene e costumi Roberto Tirelli.

Étoile Massimo Murru. Corpo di Ballo del Teatro alla Scala.

Teatro degli Arcimboldi, 2008

( Foto Marco Brescia) Al compiersi del quindicesimo anno dalla creazione (nata nel 1993 per il Balletto di Toscana) di uno dei suoi lavori più celebri, Mauro Bigonzetti ha dedicato agli artisti scaligeri non una ripresa ma un vero riadattamento coreografico, declinando con loro e su di loro una produzione che si è rinnovata mantenendo dell'originale la forza, i colori e il senso di un viaggio attraverso le culture musicali dei Paesi che su questo mare nostrum si affacciano, senza indulgere nel folclore, ma svariando in suggestioni musicali dalla tradizione popolare turca a Ligeti, da Mozart ad arcaiche melodie greche in raffinato equilibrio tra lirismo ed energia pura, illustrato da un apparato di scene e costumi solari e brillanti, che mai prendono il sopravvento sul gesto e sul movimento. In scena 15 coppie negli energici momenti di insieme, e nei ricercati soli e passi a due che impreziosiscono il tessuto del balletto protagonisti primo fra tutti la étoile Massimo Murru (Uomo di Terra) accanto a Antonino Sutera (Uomo di Mare), Francesca Podini con Gabriele Corrado, Antonella Albano con Andrea Volpintesta, Beatrice Carbone con Francesco Ventriglia, Monica Vaglietti con Massimo Murru.

Comunicato Stampa